Giornata Internazionale dell’orso polare

Giornata Internazionale dell’orso polare

27 feb 2021
giornata mondiale orso polare
giornata internazionale orso polare

Oggi 27 febbraio si celebra la Giornata Internazionale dell’orso polare.  

L’orso polare è considerata una specie vulnerabile e la sua popolazione sta diminuendo anno dopo anno. Questa decrescita è strettamente legata al destino dell’habitat in cui vive. Il cambiamento climatico sta avendo effetti pesanti sull’Artico, che si sta scaldando più velocemente rispetto alla media del resto del pianeta. Ciò significa che l’area coperta dalla banchisa, fondamentale per l’alimentazione dell’orso, diminuisce di estensione ogni inverno.

Cosa si può fare per preservare questo splendido animale? Le istituzioni, le aziende ed i cittadini devono spingere per un nuovo modello di sviluppo, che svincoli la crescita economica da un aumento incontrollato, ma soprattutto inefficiente dei consumi energetici, dello sfruttamento delle risorse e delle conseguenti emissioni di gas climalteranti. Un nuovo paradigma nel quale la sostenibilità sia non solo ambientale, ma anche economica e sociale. Una crescita che non sacrifichi i bisogni della prossima generazione per soddisfare quelli del presente.

Qual'è la posizione di Volt?

Come Volt proponiamo delle politiche ambientali che puntano esattamente verso uno sviluppo industriale più sostenibile, attraverso l’istituzione di un maggiore controllo delle aziende considerate grandi inquinanti, perché seguano una conversione che le porti ad una riduzione progressiva delle emissioni responsabili del cambiamento climatico .

Non sarà sufficiente la volontà politica ma anche un’enorme cooperazione nazionale e internazionale, di enti privati e pubblici, motivati verso un cambiamento per il bene comune che possa davvero permettere la sopravvivenza della specie umana e delle numerose specie del regno animale e vegetale.

La giornata internazionale dell’orso polare è stata istituita per questo, è un simbolo per ricordare all’opinione pubblica, a tutti noi, che le nostre scelte hanno anche un impatto su una delle specie più amate del regno animale."