Senza formazione, il lavoro non riparte!

Senza formazione, il lavoro non riparte!

13 apr 2021 - Filippo

Senza formazione, il lavoro non riparte!

Senza formazione il lavoro non riparte

 Con quasi un milione di posti di lavoro persi in un anno siamo di fronte ad un vero e proprio “problema occupazionale” che non può essere risolto solo con sostegni economici ma con un vero e proprio piano di ripresa e  supporti in termini di servizi per il lavoro. La proroga, ad oggi fino al 30 giugno del blocco dei licenziamenti, dovrebbe andare quantomeno di pari passo con la campagna vaccinale che è il centro della ripresa economica.

La ripresa del mondo del lavoro ha bisogno di regole certe e di lungo respiro e di investimenti come quello fondamentale nella  formazione.

Formazione di nuove figure professionali, formazione per sostenere tutte quelle nuove attività che nasceranno anche dai progetti del recovery fund e dall’esigenza di reinventarsi che le aziende ed i singoli lavori sono e saranno costretti ad affrontare per poter ripartire con le loro attività.

Non facciamoci cogliere di nuovo impreparati dalle sfide europee che dovremmo affrontare per uscire da questa crisi.

Il sostegno economico, la formazione e gli investimenti sono per Volt alcuni dei passi fondamentali per poter uscire da questa pandemia e per far ripartire non solo l’Italia ma tutta l’Europa.